,

CLIMATE 05 – SKY ARTE: A Nuova Delhi, Andreco usa lo smog per un suo murale

Dopo Parigi, Portogallo e Venezia, il progetto Climate Art Project dell’artista italiano Andreco fa tappa in India, in quella che viene considerata la più inquinata città del mondo, New Delhi. È qui che l’artista ha realizzato un murale di 300 metri quadrati impiegando un inchiostro realizzato con lo smog; in altre parole, è riuscito a dipingere “l’inquinamento atmosferico con l’inquinamento atmosferico“. Realizzata nel Lodhi Art District, Lodhi Colony, l’opera costituisce una traduzione, simbolica e artistica, dei dati sull’inquinamento atmosferico e delle Nature Based Solutions, soluzioni che si basano sui processi della Natura per risolvere problemi dovuti agli impatti antropici.

Sulla sua superficie si possono riconoscere le raffigurazioni di fumi tossici, i gas serra provenienti dalle emissioni industriali, dal traffico veicolare e dai roghi di stoppie e rifiuti, soggetti proposti in un accostamento con il paesaggio e le architetture circostanti.
Questa combinazione di figure simboliche, formule chimiche, grafici e dati forniti dai centri di ricerca, tipica del linguaggio di Andreco, intende incoraggiare una riflessione ampia sull’intero scenario della città indiana, nella quale i livelli record di inquinamento atmosferico si accompagnano anche ad altre situazione preoccupanti, come i problemi di salute della cittadinanza e le drammatiche condizioni in cui versano le risorse idriche locali.
Con una formazione scientifica nel proprio bagaglio – dottorato in Ingegneria Ambientale, collaborazioni post-dottorato con Università di Bologna e Columbia University di New York sulla gestione sostenibile delle risorse in diverse condizioni climatiche, nonché un post-dottorato sulle Nature Based Solutions – Andreco è autore di progetti tra arte e scienza, nei quali impiega diverse tecniche di rappresentazione tra cui installazioni, performance, video, pittura murale, scultura e progetti d’arte pubblica.

Nel caso del progetto nella città indiana, oltre alla realizzazione del murale, è stata prevista una performance collettiva sotto forma di parata e una talk sul tema dei cambiamenti climatici e dei problemi ambientali locali, esaminati dal punto di vista scientifico. L’iniziativa è parte dello urban art festival St+art Delhi 2019.

ARTICOLO DA SKY ARTE